You Are Here: Home » Gli Associati » CMR/CIDSTEM

CMR/CIDSTEM

Il direttore, Michele De Luca, e la sua principale collaboratrice, Graziella Pellegrini, QP e Coordinatrice della Terapia Cellulare, sono considerati leader internazionali nel campo della biologia delle cellule staminali degli epiteli di rivestimento mirata alla loro applicazione clinica in Medicina Rigenerativa e sono responsabili di importanti progressi scientifici nel campo sia della terapia cellulare sia della terapia genica di gravi patologie non altrimenti curabili.

Oltre ad aver sviluppato colture di cellule staminali epidermiche utilizzate per la terapia salva-vita di pazienti con ustioni estese (con centinaia di pazienti trattati in collaborazione con vari enti ospedalieri) e le terapie per la vitiligine stabile e per il piebaldismo (con centinaia di pazienti trattati in Italia), hanno descritto per primi la possibilità di ricostituire in vitro l’epitelio uretrale per l’applicazione clinica in pazienti con grave ipospadia posteriore, nonché di ricostruire l’epitelio della mucosa orale per l’applicazione clinica in pazienti con ampi deficit dello stesso.

Negli ultimi dieci anni, Michele De Luca e Graziella Pellegrini hanno messo a punto il sistema di coltura ed applicazione clinica delle cellule staminali limbo-corneali per la ricostruzione di superfici corneali gravemente lesionate ed il recupero della capacità visiva. Negli ultimi 5 anni, molti centri clinici internazionali hanno riprodotto con successo questi risultati.

Le conoscenze accumulate in questi anni sulla biologia delle cellule staminali dell’epidermide umana e sulla loro applicazione clinica in terapia cellulare hanno consentito al gruppo di lavoro diretto dal Prof. De Luca di acquisire l’esperienza necessaria per correggere in maniera stabile i difetti genetici in cellule staminali di pazienti affetti da malattie genetiche della pelle, quale la Epidermolisi Bollosa. Questo risultato ha portato ad effettuare con successo la prima sperimentazione clinica (approvata dal Ministero della Salute) di terapia genica ex vivo della forma giunzionale della epidermolisi bollosa.

Il CMR/CIDSTEM è un edificio, inaugurato nel 2008, che si sviluppa su 4 piani per una superficie totale di 4.000 mq, di cui 3.000 mq di laboratori e 1.000 mq di piano tecnico.

In particolare, dispone di un laboratorio per la ricerca di base di 1.000 mq, con 5 stanze per colture cellulari e per il trasferimento genico  e  da  laboratori completamente equipaggiati per  attività  di biochimica,  biologia molecolare, microscopia confocale, immunofluorescenza, microdissezione laser, citofluorimetria, istologia, citologia, real-time PCR. Dispone inoltre di centrifughe e altra strumentazione e servizi accessori quali camere fredde, camera calda, criostati, crioconservatori e irraggiatori per cellule.

Dispone inoltre di un’officina farmaceutica di produzione certificata GMP di circa 1.500 mq, con 17 stanze per colture cellulari di classe B (secondo Annex 1 cGMP) indipendenti e interamente dedicate alla preparazione di colture cellulari destinate alle applicazioni cliniche in terapia cellulare e terapia genica e alle sperimentazioni cliniche, controllo qualità e preparazione dei terreni di coltura. Ogni stanza è fornita di incubatori per coltura cellulare a temperatura, umidità relativa e concentrazione di anidride carbonica controllate; frigoriferi e freezer per la conservazione di reattivi; cappe a flusso laminare per la lavorazione di cellule e tessuti in ambiente controllato (classe A secondo Annex 1 cGMP); centrifughe e citocentrifughe, bagnetti termostatici, microscopi. Al di fuori dei laboratori classificati sono presenti attrezzature accessorie quali frigoriferi e freezer Ultra-Low per il precongelamento di tessuti, crioconservatori a vapori di azoto liquido, PCR, cappe chimiche, robot per l’esecuzione automatizzata di colorazioni immunoistochimiche e in immunofluorescenza, centrifughe, microscopi, irraggiatore e bilance (analitica  e semianalitica). Sono inoltre presenti reparti per la selezione dei materiali in ingresso e in uscita, laboratori di controllo istologico e locali di lavaggio e sterilizzazione e terminali dei sistemi di controllo e monitoraggio.

Scroll to top